Come scaricare macOS Sierra e High Sierra?

Ciao! Non so se hai già scaricato ed installato macOS 10.14 ‘Mojave, stai aspettando successivi aggiornamenti, oppure se sei rimasto escluso per via dei nuovi requisiti di sistema, ben più stringenti di quelli necessari per la precedente versione del sistema operativo per computer di Apple.

Sta di fatto che una piccola, e non annunciata, sorpresa si è manifestata a chi come me è solito utilizzare il Mac AppStore per tenere una copia dei sistemi operativi precedentemente acquistati (a costo zero). Le versioni di macOS 10.12 ‘Sierra’ e macOS 10.13 ‘High Sierra’ sono scomparse… Anche su sistemi equipaggiati con macOS 10.11 ‘El Capitan’ l’ultima versione disponibile per il download è – appunto – ‘El Capitan’.

Mac AppStore, ricerca per macOS
come si vede dopo macOS Server e Mojave non ci sono le vecchie release

Una bella rogna se per qualche motivo si volesse tornare indietro, oppure si volesse ricreare mediante procedura guidata un supporto di installazione di macOS, da utilizzare su altro hardware Apple non compatibile con Mojave. Pratica, quest’ultima, che mi capita di avere da diversi anni a questa parte come misura cautelativa per velocizzare le operazioni di ripristino di Mac compromessi o da aggiornare per le motivazioni più varie.

Dopo aver verificato che il fatto fosse sistemico e non relativo alla mia installazione, e aver visto sui Mac AppStore ci siano al massimo ‘El Capitan’ e ‘Mojave’, ho cominciato a cercare on-line conferme e soluzioni (una delle prime conferme al problema ad esempio è stata pubblicata sulla versione UK di MacWorld).

Per farla breve, dopo una discreta quantità di ricerche ho scoperto che Apple ha scorporato i link per il download di macOS Sierra e High Sierra dal Mac AppStore, per dedicare loro due pagine pagine specifiche della loro knowledge-base; eccole:

In quelle due pagine è riportata tutta la documentazione necessaria in merito alla compatibilità hardware e ai requisiti di sistema, nonché un link diretto al file per effettuare il download dell’applicazione di installazione dentro il Mac AppStore … una specie di link nascosto.

Al termine dell’installazione nella cartella Applicazioni del Mac che abbiamo utilizzato per il download avremo l’installer, da cui poi potremo partire con la procedura di creazione della chiavetta USB mediante la procedura createinstallmedia (da linea di comando).

Per te la formazione continua!

Non si finisce mai di studiare! Quante volte me l’hanno ripetuto nelle scuole dell’obbligo – prima – e alle superiori – dopo. Durante gli anni universitari invece nessuno si è premurato di consigliarmi. Non che la docenza interessi realmente al mondo universitario, scisso verso il desiderio di far ricerca e il reperimento di fondi.

Ma forse era anche giusto così. All’università ci vai quando sei maggiorenne e pienamente in grado di intendere e volere. A questa conclusione, e ad altre, ci arrivi se ti interessa migliorare costantemente te stesso.

Tutto questo preambolo per dire che, nonostante abbia lasciato gli studi formalmente ormai undici anni fa, in questi anni la formazione è stata l’unica costante della mia vita (oltre agli affetti familiari, fortunatamente). Ed è per questo che sono sempre a caccia di risorse, white-paper, libri ed ebook di argomenti specifici e di ‘cultura informatica generale’ che prima o poi potrebbero interessarmi direttamente.

Tra le fonti gratuite più generose ho scoperto esserci – grazie alle numerose segnalazioni dell’amico e collega (spero non si offenda se uso questo termine) Sabino Maggi, ricercatore del CNR – l’editore Packt Publishing con la sua iniziativa FREE LEARNING – FREE TECHNOLOGY EBOOKS →

Una volta al giorno, tutti i giorni, viene regalato un testo completo a chi ha un account sui loro sistemi (anche questo offerto gratuitamente). I testi sono forniti completi dei file d’esempio – casomai fossero presenti / necessari al testo – ed in vario formato (PDF, ePub, Mobi, Kindle).

packt-ebook-format-example

Unico neo in tutto questo è la mancanza di un feed RSS per quella pagina, motivo per il quale ho inserito la URL nella mia Barra dei Preferiti sul browser ed ogni mattina visito quella pagina per prima cosa, ‘scaricando’ o meno il file a seconda se sia di mio interesse o meno …