Istituto di Tecnologie Biomediche – CNR, Bari (2010)

Qualche giorno fa è andata on-line la nuova versione del sito web della sede barese dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del CNR. Il sito precedente aveva ormai quasi diciassette anni, ed era uno strato di codice HTML puro e ‘tainted’ da codice proveniente da conversioni di documenti Word e Front Page. Con la collega Arianna Consiglio ci siamo quindi messi al lavoro, riorganizzando i contenuti web – per quanto possibile – eliminando notizie e contenuti di carattere puramente d’archivio e predisponendoci ad evoluzioni future attraverso l’uso del CMS open source WordPress.

itb_new

Essendo ormai un sito essenzialmente rivolto al pubblico italiano, visto che per la presentazione verso realtà internazionali fa da biglietto il sito web della sede centrale dell’Istituto, abbiamo abbandonato il bilinguismo. I contenuti sono solo in italiano.
È possibile visualizzare il sito all’indirizzo:

http://www.ba.itb.cnr.it

Arianna si è occupata del logo e di modifiche al CSS del tema, mentre io mi sono occupato (oltre la configurazione del server, che ricade tra i miei compiti) dell’installazione, scelta del tema grafico, configurazione e scelta dei plugin, raccolta ed editing dei contenuti, aggiornamento della sezione News e Concorsi, e del mantenimento e aggiornamento della piattaforma.

FORMAZIONE & DOCENZE

Nella mia carriera ho avuto diverse occasioni in cui formare persone. In alcune occasioni con un formale incarico di Docente, in altre come semplice relatore, altre volte ancora organizzando eventi divulgativi…

Nell’anno scolastico 2005/2006, ad esempio, sono stato docente di materie informatiche a classi di alunni sordi, mediante l’ausilio di un interprete LIS, all’interno di un corso di formazione professionale organizzato dalla Regione Puglia e dal CIFIR. La mia parte di corso aveva una durata di 250 ore di lezione frontale sulle 1000 totali.

A maggio 2012 ho avuto un incarico di docenza all’interno di un Master post-universitario in Bioinformatica organizzato dall’ABAP (Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi) e altri Enti ed Istituzioni.

A dicembre del 2016 con l’amico e collega Francesco Cozzi abbiamo tenuto un corso base di 8 ore su WordPress a Bitonto, quale prodromo di attività analoghe in questo 2017.

A questi momenti formativi più inquadrati istituzionalmente possiamo poi aggiungere tutte le ore spese nell’aggiornamento e nella formazione quotidiano di colleghi di lavoro e amici – senza dimenticare gli utenti dei forum e delle mailing list tematiche cui partecipo, o i lettori dei miei blog – nell’uso degli strumenti informatici (sistemi operativi, applicazioni, hardware & co) da loro utilizzati.

Negli anni poi ho partecipato alla realizzazione, organizzazione e promozione di eventi divulgativi quali il LinuxDay o i meetup (gli incontri periodici) della comunità WordPress o WooCommerce in Puglia.

Maurizio Polemio, ingegnere e ricercatore CNR

L’ingegner Maurizio Polemio è un ricercatore di lungo corso presso l’Istituto di Ricerca e Prevenzione Idrogeologica (IRPI) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bari. Ad inizio anno ha deciso di aggiornare la propria “pagina web” realizzata manualmente in HTML oltre venti anni fa. Dopo le classiche procedure burocratiche del caso ho vinto l’incarico di realizzare un sito web moderno, aggiornabile del tempo e comprensivo di un affiancamento semestrale di formazione e supporto tecnico per l’inserimento dei contenuti e la manutenzione dello stesso.

Viste le mie competenze tecniche e le esigenze espresse in fase di brief con il cliente abbiamo convenuto che un l’utilizzo di un CMS attivamente supportato, sviluppato e realizzato con software FLOSS qual è WordPress fosse la scelta giusta da adottare. Dopo aver analizzato i contenuti esistenti, e come questi potranno evolvere nel corso dei prossimi anni data l’attività scientifica svolta, siamo passati alla definizione della struttura del sito e quindi alla scelta di un layout grafico.

Abbiamo scelto Stork, un layout grafico responsive, chiaro, che mettesse i risalto i contenuti e li valorizzasse ancor di più quando fruiti da un dispositivo mobile. Mi sono preso l’impegno di tradurlo, al momento non ancora in maniera ufficiale come PTE dello stesso, e ho cercato, scoperto e integrato la funzionalità Academicons.

Dopo essere andati on-line, siamo in attesa che il responsabile dell’hosting ci attivi il mod_rewrite per il dominio, motivo per cui oggi visitando il sito web non sono attivi i pretty permalinks.

Con l’ing. Polemio abbiamo infine iniziato un percorso di formazione nell’uso di WordPress, e nell’uso di questo strumento come mezzo di promozione del proprio ‘brand personale’ sul web e in modo che sia utile allo svolgimento delle linee di ricerca portate all’interno della comunità cui appartiene. I prossimi mesi vedranno quindi un aumento di articoli e Progetti pubblicati.


Se vuoi discutere dei dettagli del progetto, o parlare di quello che vuoi realizzare avvalendoti della mia professionalità, contattami liberamente!

studio legale Avv. Giuseppe Buquicchio (2015)

Nel corso del 2015, l’Avvocato Giuseppe ‘Beppe’ Buquicchio, un vecchio amico di mio cognato, mi ha chiesto aiuto per ottenere maggiore visibilità su internet, visto anche il fatto che il suo nome è molto diffuso in questa parte di regione – conosco personalmente almeno tre persone con lo stesso nome – e che su Bari ci sono altri studi (medici e legali) che portano il nome “Studio Buquicchio” per le loro attività.

Gli ho quindi suggerito una colonizzazione del web, iniziando con il posizionamento della sua attività su Google Maps, il completamento del proprio profilo Google+ (esistente per via dell’uso di uno smartphone Android) e, infine, con la creazione di un proprio sito web personale: http://studiolegalebuquicchio.it.

Come soluzione di web hosting gli ho consigliato di utilizzare Server365, un provider italiano con cui negli ultimi anni ho lavorato bene, con tempi di risposta rapidi e interventi risolutivi ad ogni ticket di assistenza che ho aperto con loro, sia di natura amministrativa che tecnica. Ho ovviamente scelto WordPress come piattaforma per la creazione del sito ed ho utilizzato il tema premium Booky, realizzato dallo studio grafico italiano PanKogut.

Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto, che mi pare dia autorevolezza e chiarezza sulle competenze dell’Avv. Buquicchio e del suo staff. Ho poi provveduto ad un primo pomeriggio di formazione all’uso della piattaforma ed ora sono in attesa di fare il secondo e che altro materiale mi venga fornito dallo studio per completare le parti più stringate.

studio legale Avv. Michele Zonno (2014)

Nel 2014 ho avuto l’occasione di conoscere Michele Zonno, giovane avvocato qui a Bari, che assieme alla moglie e ad altri colleghi si occupa principalmente di separazione assistita. Dopo una precedente esperienza con un sito web che promuoveva le attività di un’associazione con tematiche affini, mi ha chiesto di aiutarlo a realizzare un sito tutto suo.

Quello che Michele voleva era un sito senza effetti speciali o ricercatezze. Voleva un sito chiaro, focalizzato sul problema dei suoi clienti e sulla forza delle sue soluzioni.

Abbiamo quindi realizzato il sito studiolegalezonno.it utilizzando WordPress come piattaforma ed il tema Moka di Elmastudio senza adottare alcuna personalizzazione, ma soltanto eseguendo la traduzione dello stesso.

Nel corso dello scorso anno l’Avv. Zonno ha preferito seguire completamente da solo la gestione e i contenuti del proprio sito web, andando a modificare pesantemente la struttura dei contenuti da me realizzata, andando anche a modificare l’aspetto tipografico che avevo dato al sito.

Nel mio album fotografico su Ipernity ho raccolto gli screenshot della mia versione del sito nelle foto con tag ‘studio zonno’.