All posts filed under ‘Letture

… se preferiamo fare un discorso vagamente intelligente, il lavoro in ufficio è come il libro su carta: ci accompagna da secoli e ha numerosi vantaggi, ma non è più e non potrà mai più essere l’unico modo possibile di lavorare. Perché ha anche svantaggi e perché finora ha dominato in quanto nessuno aveva tirato […]

L’OSSIFICAZIONE DEL PARADIGMA DOMINANTE

… troviamo che un diluvio di articoli non porta al ricambio delle idee centrali in un campo, ma piuttosto all’ossificazione del paradigma dominante. Gli studiosi dei campi in cui vengono pubblicati molti articoli ogni anno hanno difficoltà a farsi pubblicare, leggere e citare, a meno che il loro lavoro non citi articoli già ampiamente citati. […]

UNA PIACEVOLE VITA LAVORATIVA

One of the most important aspects of an enjoyable work life is the people we get to work with. For me, the key is to understand and trust them. Almost everything else follows from there.(Tip: keep a list of people you’d love to work with if the opportunity arises.) Peter Bihr

COME COSTRUIRE IL TUO “SECOND BRAIN” DA SVILUPPATORE DI SOFTWARE

Mi sono imbattuto in questo post sull’ormai famigerato “second brain” e beché l’autore si approcci all’argomento dal punto di vista di uno sviluppatore software, vi ho trovato un sacco di spunti (è un argomento che mi attira come una sirena, ma a cui non sto dedicando del tempo proprio per la vastità dello stesso. Ne […]

FOCALIZZARSI SUL NOTEVOLE

Siamo tutti sotto pressione per produrre sempre di più. Per gli imprenditori, questo significa cercare di essere ovunque online ogni giorno con qualcosa di valore da condividere. Il risultato? C’è un sacco di stress nel creare cose che sono, francamente, mediocri. Come possiamo trovare un po’ di sollievo e ottenere comunque dei risultati? Concentrarsi su […]

7 COSE IMPARATE IN DODICI ANNI DA IMPRENDITORIA

Ti servono soltanto tre cose. Il cuore, per sentire dentro qual è la cosa giusta e per prendere decisioni migliori. La testa, per analizzare, capire, ragionare, porti dubbi e capire le strade migliori per arrivare alla meta. Le mani, perché se le cose che senti e che pensi non le fai, almeno in parte tu, […]