TRADUZIONE ITALIANA DEL TEMA SEEDLET

Completando il lavoro iniziato con il tema Spearhead mi sono occupato della traduzione del tema ‘genitore’ Seedlet sul repository di WordPress.org.

Seedlet nasce – se la memoria non mi inganna – poco più di un anno fa come uno dei primi esempi delle potenzialità di Gutemberg sulla piattaforma WordPress.com. Da subito è stato per Automattic un tema gratuito sulla base del quale si sono basati diversi altri temi (gratuiti e non) disponibili originariamente sulla piattaforma di “blogging” (anche se ormai da diverso tempo è completamente riduttivo definirla così).

Come sempre resto a disposizione per correzioni e inesattezze che posso aver commesso.

TRADUZIONE ITALIANA DEL TEMA SPEARHEAD

Qualche settimana fa raccontavo di aver scelto questo tema per avviare il blog Equilibrio Digitale dell’amico Luca Conti.

Spearhead è un tema commissionato ad Automattic per pubblicizzare un noto podcast statunitense, i cui committenti hanno deciso di permetterne la diffusione con licenza GPL. Mi è sembrato doveroso offrirne una traduzione italiana, visto che stavo andando ad utilizzare il tema e nessuno si era preso l’onere di farlo.

Come sempre per errori ed inesattezze, ti invito alla segnalazione su questi lidi (o dovunque altro vorrai).

TRADUZIONE ITALIANA DEL TEMA SCHISM

a free blog theme with clean type and a unique layout that makes it perfect for a personal blog.

Qualche mese fa l’amico Simone Maranzana ha vinto la sua timidezza ed è sceso in campo con un proprio blog personale.

Siccome lui è uno bravo, ma veramente**, lo ha fatto creandosi un tema WordPress su misura, dal design unico e personalissimo… una vera boccata d’ossigeno nel panorama dei temi minimali, orientati alla valorizzazione di lunghi contenuti testuali.

Schism è il nome di questo tema, e Simone nella sua modestia lo ha rilasciato gratuitamente al grande pubblico. Mi è parso il minimo, quindi, proporre da contributore WordPress una traduzione italiana del tema ad uso di tutti i nostri connazionali che volessero utilizzarlo sui propri siti web.

Come sempre se notate imprecisioni, forme “involute” o veri e propri errori segnalatemeli qui (o sui social o come ticket sulla piattaforma wp.org).


** se non mi credi, guarda ai lavori che realizza, assieme al socio ed amico Andrea Gandino nella loro azienda Evolve.

SUIDOBASHI, IL RITORNO

Una piccola nota per annotarmi del ritorno di questo spazio alla pubblicazione, dopo che sono stato abbastanza combattuto sul suo futuro.

Ho deciso di salvare qui le mie osservazioni su tutto quello che è il mondo del lavoro, assieme ai piccoli contributi, una memoria dei “lavori” fatti.

Ho scelto di tornare all’uso del tema Suidobashi di Elmastudio – di cui sono un grande fan e cliente pagante da diversi anni, ormai. È uno dei pochi temi a dare il giusto risalto a vari tipi di contenuto (usando i Post Formats [1, 2]) ed essere compatibile con Gutenberg. Oltre ad essere un template molto personale e diverso dalla ‘massa’.

Sono ancora in fase di sperimentazione, invece, con la palette cromatica e penso che modificherò il look di qualche pagina. Quindi se dovessi capitare da queste parti nei prossimi giorni potrai aspettarti tanti piccoli cambiamenti. Per ora è tutto, alla prossima!

LA NUOVA SFIDA DELLA LEADERSHIP

… la cultura che serve, e che dobbiamo far crescere, è quella di un confronto capo-collaboratore che sia a due vie e che consenta uno scambio reciproco privo di personalizzazione dei riscontri negativi e di attacchi alla persona. Il feedback da cercare è quello in cui tutti gli attori in gioco sanno vivere la naturale fase di dialogo come un momento professionale e professionalizzante che diventi la base della crescita, sia per chi lo propone sia per chi lo riceve.

Jacopo Pasetti

WHEN FOOD MEETS AI: THE SMART RECIPE PROJECT

L’amico Paolo Genta mi segnala questa iniziativa tra l’editore Condè Nast Italia e la software house Res che ha portato alla realizzazione di una serie di articoli sulle tematiche: Machine learning, tecnologie AWS come Neptune (DB a grafo) e tutta la ricerca che c’è stata per associare ricette, taggarle automaticamente per potere poi estrarre informazioni e suggerire all’utente finale possibili correlazioni.

When Food meets AI: the Smart Recipe Project è una serie composta dai seguenti sei articoli (in lingua inglese):

Buona lettura!