COME COSTRUIRE IL TUO “SECOND BRAIN” DA SVILUPPATORE DI SOFTWARE

Mi sono imbattuto in questo post sull’ormai famigerato “second brain” e beché l’autore si approcci all’argomento dal punto di vista di uno sviluppatore software, vi ho trovato un sacco di spunti (è un argomento che mi attira come una sirena, ma a cui non sto dedicando del tempo proprio per la vastità dello stesso. Ne procrastino lo studio).

FOCALIZZARSI SUL NOTEVOLE

Siamo tutti sotto pressione per produrre sempre di più. Per gli imprenditori, questo significa cercare di essere ovunque online ogni giorno con qualcosa di valore da condividere. Il risultato? C’è un sacco di stress nel creare cose che sono, francamente, mediocri. Come possiamo trovare un po’ di sollievo e ottenere comunque dei risultati? Concentrarsi su ciò che è notevole.

notévole agg. [der. di notare]. – 1. Degno di nota, che merita di essere notato.

FUGA DALLA COMFORT ZONE

A brevissimo questo intervento compirà 10 anni, ma il suo impatto può essere forte come allora nella vita – professionale e non – di tutti noi. Bel talk di Nicola Iarocci, non è invecchiato di un attimo!

7 COSE IMPARATE IN DODICI ANNI DA IMPRENDITORIA

Ti servono soltanto tre cose.

Il cuore, per sentire dentro qual è la cosa giusta e per prendere decisioni migliori.

La testa, per analizzare, capire, ragionare, porti dubbi e capire le strade migliori per arrivare alla meta.

Le mani, perché se le cose che senti e che pensi non le fai, almeno in parte tu, non le farà nessuno al tuo posto.

Michele Polico, 7 cose che ho imparato in dodici anni da imprenditore

Una citazione fondamentale sull’essere imprenditori (anche solo di se stessi), da parte di Michele Polico nell’ultimo numero della sua newsletter. Se non la conosci, te la consiglio…

18 FUNZIONALITÁ DELL’EDITOR A BLOCCHI DI WORDPRESS (DI FATTO UN TUTORIAL PER GUTENBERG)/

Il sito on-line WPLift, lo scorso 30 settembre, ha aggiornato la sua lista di ‘trucchetti’ per utilizzare al meglio Gutenberg, l’editor di contenuti di defaul di WordPress che tanto ha fatto parlare di sè e che ha diviso la comunità utenti del popolare CMS.

Editor che però, piano piano, ha preso piede e sta risultando cardine nell’introduzione di moderne funzionalità del CMS di elezione di miliori persone, su milioni di siti web, e che si sta diffondendo anche su altri CMS (ad esempio Drupal).

18 WordPress Block Editor Tips in 2021 (Gutenberg Tutorial)

Il post è diventato così ricco di esempio, così dettagliato in ogni passaggio, da essere diventato di fatto uno dei migliori tutorial per approcciare l’editor di WordPress, andando a coprire ognuna delle principali funzionalità e aiutandoci a capire la logica [*] dell’interfaccia proposta.

Non posso che consigliarne la lettura a chiunque utilizzi WordPress per pubblicare i propri contenuti!


[*] Per quando abbia adottato da subito questo editor, e mi piaccia anche lavorarci, devo però dire che non amo questa tendenza a sviluppare “comandi invisibili” come purtroppo accade da quando i moderni smartphone (iOS e Android) hanno preso piede. L’utente è un po’ lasciato a sè stesso nello scoprire funzioni e comandi, senza che il sistema di suo aiuti a prenderne coscienza.

RIDURRE L’INQUINAMENTO DA VIDEOCONFERENZE

via Camera Offset Project

Going camera-off reduces the carbon footprint of a video call by 96%.

Scientists at Purdue University published a study finding that one hour of video conferencing emits 150-1,000 grams of carbon dioxide, requires 2-12 liters of water and demands a land area adding up to about the size of an iPad Mini. And yes, leaving your camera off during a web call can reduce these footprints by 96%.

Camera Offset Project

Sono rimasto un po’ sconvolto dall’apprendere QUANTO inquina una videoconferenza, e tenendo conto di quanto sono aumentate le videochiamate in questi due anni di pandemia penso sia necessaria una presa di coscienza del problema.

Personalmente a meno di call 1:1 o con meno di 4 persone e di brevissima durata ho sempre spento la mia webcam, per seguire meglio chi parlava e – magari – fare altro mentre ascoltavo. Ora sono felice di sapere che questa mia abitudine ha avuto un impatto positivo nei confronti dell’ambiente …